Connettiti con Noi
Tecnica di cottura BIO

Cucina BIO

Migliore modo di cottura

Qual è la migliore tecnica di cottura per mangiare in maniera sana, conservando o esaltando i gusti? Non esiste una risposta unica. Dipende da cosa volete cucinare e dalle vostre preferenze. Ecco alcuni dei metodi di cottura più facili e sani allo stesso tempo.

Tecnica di cottura? Mangiare Crudo

No, non è uno scherzo. È forse il modo di cottura preferito dai vegani. Non riscaldare niente ad una temperatura superiore ai 42 gradi, in maniera da non perdere alcun elemento nutritivo per strada.

PRO: si limita al massimo il lavoro di preparazione in cucina. La freschezza e la struttura del cibo sono garantite

CONTRO: Dopo un po’ può diventare noiosa. Inoltre alcuni composti, come il licopene nei pomodori, non sono bene assimilati se consumati crudi.

Cottura Lenta

Cottura lenta significa cucinare al massimo a 90 gradi. È un modo eccellente per preservare vitamine, succhi e minerali. Si può fare in forno o in pentola. Esistono anche delle pentole speciali a bassa temperatura.

PRO: La bassa temperatura permette di cucinare in modo uniforme gli ingredienti. La carne cucinata lentamente tende a diventare molto più tenera.

CONTRO: lo dice il nome stesso: LENTA! Dovete quindi avere un po’ di tempo a disposizione per cimentarvici.

Cottura al vapore

Altrimenti chiamata bagno maria, questa tecnica di cottura prevede che gli alimenti vengano riscaldati dal vapore proveniente dall’acqua che bolle al di sotto, ma non in contatto con il cibo. Si ottiene un gusto intenso, naturale, una struttura soffice senza utilizzare alcun grasso.

PRO: tutti i sapori sono conservati, i valori nutritivi sono conservati meglio rispetto alla cottura in acqua.

CONTRO: niente di speciale, se non un po’ stoviglie in più da lavare.

Bollito

La modalità più tipica di cottura per gli amanti della pasta. Meglio ancora se non si arriva all’ebollizione vera e propria, ma si setta la temperatura per restare un po’al di sotto, quando l’acqua inizia solamente a smuoversi.

PRO: Facile. Il cibo bollito è più digeribile rispetto al cibo fritto o in padella.

CONTRO: cucinando in acqua, una buona parte dei nutrimenti viene dispersa nell’acqua e quindi perduta. Ricordiamoci ogni tanto che l’acqua utilizzata per cucinare una verdura può essere riutilizzata per un’altra preparazione!

Condividere è figo! La creazione di questa pagina ha richiesto circa 2 giorni, durante i quali non abbiamo potuto combattere per salvare il nostro pianeta :-) Condividi questa pagina con i tuoi amici per aiutarci!!!
Continua la lettura

Altro su Cucina BIO

Vai in alto